benturnate  Muse !

 

L'interno del Teatru

durante la rapresentaziˇ del'Aida

*

 

dal volume "Ancona antica" - Cassa di Risparmio Anconitana - 1975

 

La stagione pi¨ bella del teatro fu probabilmente quella in cui venne rappresentata l'Aida, da soli due anni terminata dal Verdi. Egli in veritÓ fu invitato per l'occasione e per assistere alla prima dello spettacolo e, soprattutto, per dare una manoall'organizzazione al solito ingarbugliata nella scelta degli interpreti oltre ogni dire; ma il Maestro rispose che "... la Deputazione del Teatro delle Muse di Ancona nulla a me deve, e se l'impresa potrÓ sormontare tutte le difficoltÓ inevitabili per fare Aida, il merito sarÓ tutto suo. Io anzi devo dir loro, con vero dispiacere, che, stante i miei impegni e le mie abitudini, io non potr˛ assistere in verun modo, nÚ alle prove, nÚ alla rappresentazione ..."

Superando ogni avversitÓ, la colossale opera and˛ in scena il 3 maggio 1873 e tanto grande fu l'attenzione che l'avvenimento richiam˛, che il previdente pubblico, per essere sicuro di trovare il posto, affollava il loggione fin dalle quattro pomeridiane, consumandovi allegramente la cena e i forestieri godettero di uno sconto speciale sulle tariffe ferroviarie del trentacinque per cento.