La cagnola Ninfa mentre che porta la gulupeta del pranzo a pacioto, che lavurava in staziˇ

Pacioto

 

Al zeculo Lombardo Paciotti. Stava de casa in via Astagno, al'angulo cun via del Bob˛ (foto qua soto, al tempo del nevˇ). Pacioto sula teraza de casa ciaveva un giardý che chiamava "giungla" 'ncora perchŔ ce teneva Lola, na scimieta che era el divertimento de tuti i fioli del quartiere. Pare che la p˛ra Lola al tempo del nevˇ ciaveva cuscý fredo che se emteva a sÚde ntÚl bracere!

Al tempo de guera Pacioto, che era uno dei poghi a avÚce la radio drento casa, stava a sentý i buletini de guera, piava j apunti dentro el spurtelˇ dela finestra del piano tera, po', finite le trasmissiˇ, spalancava i spurteloni cuscý la gente se andava a lŔge le ultime nutizie; inzoma, se p˛le dý che Pacioto aveva inventato el primo giurnale-murale!

La dumenica andava a balÓ cula moje carulina; prima da uscý la faceva mÚte a sÚde ntÚ na sedia e la trucava l¨ in perzona (diceva che "la piturava"!)

Per tute ste carateristighe curiose spesso el Riguleto de qui tempi racuntava qualche sceneta o aneduto che el riguardava.

Un altro dei mutivi che fa ricurdÓ a Pacioto Ŕ la cagnola lupa Ninfa, che j era stato imparato a purtÓ el fagutelo del pranzo quanto el padrˇ lavurava in staziˇ (foto a sinistra); se per caso incuntrava un altro cÓ cagnarolo, Ninfa prima meteva al riparo la gulupeta, po' scagnarava ben bŔ finchÚ nun faceva fuge l'averzario, po' ripiava el fagutelo e el purtava a destinaziˇ; e la dumenica matina scapava de casa e andava adiritura a pi¨ el giurnale dal giurnalaro!

A sinistra el spurtelˇ dela finestra de Pacioto, usata come "giurnale-murale"


Per turnÓ al'indice clica sopro el titulo