El cumento sul campiunato del'Ancunetana, a cura de Pieru Rumagnoli

 

 

TenÚmucelo streto
 

Prima o dopo duveva da capitÓ. L'Ancona infila dˇ partite storte de fila e tuto quel che pareva zzuchero e miele se trasforma in aciditÓ de stomigo e dulori de panzza. Dopu l'inizio cul chiopo de stu campiunato, Ŕ bastata la scunfita cul Furlý (pr'altro giugando bŔ) e 'l paregio cul'ultima in classifiga (giugando da cani) che i gufi se cumincia a fÓ sentý.

E alora, legio l'intervista che mister Frosio ha fato al Bugiardˇ e digo che dopu tante sfighe, avÚ truvato dal'ogi al dumÓ na perzona simile Ŕ na furtuna enorme e che st'omo ce'l duvemo tienÚ strÚto perchÚ ce n'Ŕ poghi in giro brai cuscý.

Chi ciÓ da discˇre del'Ancona che nun va bŔ, faria mejo a penzzÓ che sta squadra, i soli difeti che ciÓ Ŕ stati quelo da cuminciÓ tropu forte, cun dˇ vitorie che stÓne 'n po' larghe (sopratuto quela de Gualdo) e d'avece j omini cuntati.

Quantu te gioghi otu partite de campiunato ntÚ 'n mese che prima nun avevi fato manco u' stracio de preparaziˇ atletiga, cun sedici omini in tuto che l'j pijati a scatula chiusa senza manco sapÚ bŔ chi erene, se meti inzieme i ponti che ha meso inzieme l'Ancona fin'adŔ, hai scalato na muntagna, altro che storie!
CiÓ ragiˇ Frosio a dý che saria mejo andÓ a vŔde cusa stÓne a fÓ le altre squadre ripescate al'ultimo segondo cume 'l Napuli e 'l Viterbo!
E ciÓ dˇ volte ragiˇ quanto dice che purtÓ a casa adŔ qualche giugatore svinculato faria pi¨ dÓno che altro.
Menumale che la magiuranza dj tifosi ste robe le capisce.


28 utobre 2004

Pieru

torna al'indice d'i giramenti