El cumento sul campiunato del'Ancunetana, a cura de Pieru Rumagnoli

 

 

"La Highbury de nialtri"

 

Poghi giorni fa s'Ŕ celebrato el zzetantesimo aniverzario de na partita legendaria, quela dei "leoni di Highbury" giugata infrÓ l'InghiltŔra e l'Itaglia pogo dopo i Mundiali vinti daj Azzuri ntÚl 1934. J inghelesi a qui tempi nun partecipava ale cumpetiziˇ internaziunali perchÚ se credevane tropo superiori, e forzze ciavevane ancora ragiˇ, qula volta, dato che el palˇ l'avevane inventato loro e j inghelesi nun Ŕ stati mai gente umile.

El "Curiere dela Sera" Ŕ uscito cu' n'articulo celebrativo de sta partita che te faceva vený le lagrime aj ochi dala cumuziˇ per quantu era bŔlo.

InfrÓ la nebia del mitigo stadio de Londra che adŔ sta pr'esse butato giˇ, j Itagliani erene andati sotu de tre reti dopu apena 12 menuti e giugavane dagiÓ cu' n'omo in meno visto che a qui tempi le sustituziˇ nun ze pudeva fÓ. Int'una ripresa memurabile, j Azzuri se butava in avanti cul curtŔlo infrÓ i denti e riusciva a segnÓ dˇ g˛le. Na partita perza, ma trasfurmata dala retoriga fascista int'una specie de gesto da eroi, tant'Ŕ vero che i ventidˇ in campo, che adŔ Ŕ tuti andati a fÓ tŔra pel cece, da qula volta Ŕ passati ala storia cume i "Leoni di Highbury".

Al'Ancona de nialtri, ve l'ho dýto tante volte, nun ce sÚmo mai fati mancÓ emuzioni de tuti i tipi, e nÚmanco mumenti eroici. L'Highbury de nialtri se chiama Stadio del Conero, int'una serata d'utobre del domila e tre, quanto al cuspŔto dela squadra cenerentula dela serie A se presenta la legendaria Juventus vincitrice de na spasa de ScudÚti e de Cˇpe.
Al'inizio dela ripresa i biancuneri stÓne a vÚnce pe' tre a zere, ma al'impruviso capita na roba che era successa solo a Highbury: undici p˛ri cristi cula majÚta roscia segna un g˛le, p˛ ne segna n'antro e ntÚj ultimi cinque menuti d'arembagio, cun ventimila perzzone che jÚ urla: "Vi vogliamo cosý!" se buta al'arembagio e custrigne i campioni a butÓ 'l palˇ in tribuna.

Eca la Highbury de nialtri. El palˇ Ŕ na roba talmente strana, che de n'anata da dimenticÓ c'Ŕ armasti solo 5 minuti de gloria, che la gente nostra invece nun se scurderÓ mai.

16 nuvembre 2004

Pieru

torna al'indice d'i giramenti