la versione
vernacola di
"Ancona in
punta di
forchetta
"
a cura di
Sauro Marini

Zupa de balari
(atenzi: sta riceta nun ze ple fa pi perch i balari nun ze pole pi tir fori dai scoi, se no s’estengue la raza)

- Cusa serve -
Na trentina de balari (ma visto che pruibito a piali, metce qualcos’altro), 3 spici d’aio, 3 eti de pumidori maturi, meza cipola bianca, oio stravergine d’uliva, prezemulo tritato, sale e pepe, p per fa la bruscheta.

- Come se cce -
Se fa frige l’aio e la cipola tritati int’una padela con ‘n po’ d’oio d’uliva.
Quanto el zufrito pronto se mete i pumidori maturi taiati a fetine e se fa coce fino che el zugo nun s’ streto; intanto se pia i balari, i se d na bela spazulata soto l’aqua dela canela e po’ se butane nt la pigna.
Se fane coce per un quarto d’ora e po’ se serve co‘n po’ de prezemulo tritato e un filo de oio stravergine.
Sto piato se acumpagna cun qualche feta de p brustulito.

Torna al'indice dele ricete


Traduzi pei stranieri, uriundi e ecstracumunitari

(prodotto non pi commerciabile in quanto la
legge ne proibisce l'estrazione dagli scogli)

Ingredienti                   

Circa 30 ballari di numero, 3 spicchi di aglio, 300 gr di pomodori maturi, 1/2 cipolla bianca, olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato, sale e pepe, pane da bruschetta.

Procedimento

Far soffriggere l'aglio e la cipolla tritati in un tegame con dell'olio di oliva extravergine. Una volta imbiondito il fondo, aggiungere i pomodori maturi tagliati a fette e far cuocere fino a che non prendono un bel colore oro; intanto spazzolare i ballari sotto l'acqua corrente e aggiungere nel tegame con il pomodoro. Far cuocere per circa 15 minuti e servire con del prezzemolo trito sopra ed un filo d'olio extravergine. Accompagnare questo piatto con del pane abbrustolito.