vernaculo e diauleti

roba al peperunc, riservata a 'n publico magiurene

Biancaneve e i ste naneti


la prima note che Biancaneve passa a casa d'i sete nani.

Dopo na bela cena e quatro chiachiere davanti al cam, decidene ch' ora de 'nd a durm; Biancaneve va in camera sua e i sete naneti birichini, 'nvece de 'nd a durm 'ncora loro, decidene de metese a spila.

Ma sicome nun plene guard tuti e sete inzieme ntl bugo dela seratura, decidene de fa munt Cuciolo, quelo pi picolo e legero, sopra a 'n cumpagno, cusc l ple racunt a tuti j altri quelo che sucede drentu la camera.

Cuciolo se mete in pusizi e cumincia a racunt:

- Biancaneve si scioje i capeli! -

E tuti: - Oooooooooooh, che belo, e ad cusa f, cusa f? -

- Ad se st a slaci le scarpete... ad se le sfila!! -

E tuti 'n'antra volta: - Oooooooooooh, che belo, e ad cusa f, cusa f? -

- Ad se st a sfil le calze!!! -

E j altri naneti: - Oooooooooooh, che meravija, e ad cusa f, cusa f? -

- Mmmmm... se slacia la camigiola... mmmmmmm!!!! -

E qul'altri tuti in coro: - Oooooooooooh, e ad cusa f, cusa f? -

- Ziti ziti, che se st a sfil la sutanela!!!!! -

- Oooooooooooh - fane in coro tuti i altri naneti - E ad cusa f, cusa f? -

- Se alza! Se alza!!!!!! - fa Cuciolo.

E Eulo: - 'Ncora a me! -

   E Doto: - 'Ncora a me!! -

      E Pisolo: - 'Ncora a me!!! -

         E Mamulo: - 'Ncora a me!!!! -

            E Gongolo: - 'Ncora a me!!!!! -

               E Brontulo: - 'Ncora a me!!!!!! -


torna al'indice d'i peperuncini