i perzunagi

anziani:

      Cal:   Calistu 

      Fra:   Francescu

gi˛vini:

      Sca:   Scarnichia 

      Gni:   Gnigna

      Gno:  Gnognu

      Mul:   Muliga

e po' c'Ŕ 

      Ing:   Inghelese

. XII .

clica per andÓ ala puesia dopo  

(Gni) O, varda quelu cume sta impetitu:

cusa ciÓnciga tantu, qul pureto?

(Mul) O, cus'ha ditu adessu? (Sca) Adessu ha ditu

ch'ha fatu natu... (Mul) Sci, cu'l cuperchieto!

 

(Sca) Me calŔfi pianý cu stu giugheto

da vardÓli, sgrignai... si nun stai zzitu,

te scaraventa qualche maledeto

cazzotu... ch'arimani sbagutitu!

 

Scumetu, te nu' l cÓlculi a l'Inglese,

che, figurte, Ŕ pi¨ strÓinu del pancotu...

fa el tontu un bucuncý, ma po' se stufa.

 

Ie piarÓ l' chiopu un par de volte al mese,

ma s'j pia, cu' na sventula e un scufiotu

te sbr˛dula de sangue! (Mul) Eh, no! De mufa!

 

--------------------

- CiancigÓ, cincigÓ: cincischiare. Si dice delle parole e delle cose.

- Fatu natu: Burla specialmente usata fra ragazzi o fra giovani. Domandano cosý a mezza voce p. e.: E' vero che te hai fatu natu? L'altro se non capisce la burla domanda: Cosa? e il primo gli risponde con una parola poco pulita. Ma se l'altro conosce il giochetto risponde come il mio Muliga. Burle di tale genere sono in uso anche fra giovani di ceti pi¨ elevati.

- Sbagutitu: non sbigottito, ma stordito, intontito.

- Chiopu: rabbia, pessimo umore p. e.: Oge ci˛ el chiopu, lascÚme 'ndÓ.

- De mufa: Frase altezzosa per mettere in ridicolo una smargiassata.


Torna ala pagina de Duilio Scandali