L' bela la Pace!


 

    Sara belo esse nati qui sopro sta Tera,
tra ste robe bele che c'mo truvato,
el zole, le stele... tuto el Criato.

    Bela la Luna che brila la sera
e i fa 'l giro tondo,
pare che prega cun anima e core
e predica al mondo la pace e l'amore.

    E gira, rigira,
pulita, sincera, dal celo rimira
l'urre indurate, i tramonti de rosa,
pianure, valate, cli ridenti,
fureste, buroni, muntagne inevate,
i deserti, le dune,
ride ala sposa che conta le lune.

    Passa sul mare, se spechia biata,
pare na fata, po soto na nuvula zita scumpare,
ma bela ripare,
saluta la gente cusc, suridente:
quanto i piace l'amore e la pace!

    E usserva piacente cunventi, casteli
riflessi tra gli alberi ai bordi d'i laghi,
voli de nuvuli d'ale d'uceli,
campi undegianti de biada e frumento,
bagiati dal zole, cullati dal vento,
pasculi verdi, puledri sbriiati,
branchi d'armenti satoli pri prati.

    Cave, cantieri, forni, feriere,
e nuvole bianche, gialognole, nere;
tra cupi, assurdanti, stridenti fragori,
crestiani a miari, miari de cori,
gente bunria, cuscente e capace,
che suda, lavora e ha bisogno de pace.

    La pace l'amore che a vive c'invita,
l'amore la vita,
fiuleti che cure inframezo ai giardini,
che gighene alegri cui ochi che brila,
chi salta, chi strila...
criature d'amore, te tchene 'l core,
cusc picenini che pare uceleti
che vola tra i pini, sui copi d'i teti,
e fa 'l girutondo; l' belo stu mondo!

    Te chiama cul core ala vita, al'amore.

    Te penza, riflete, po fate capace,
cus' de stu mondo se manca la pace?

    E i pi grandiceli, fenita la scola,
studiata la storia, va a fa gacigoria
su e gi pe' la piaza, fa come la spola,
rincure la pala, la calcia, strapaza,
e scutula, stramaza, ma gode che sciala!

    Lassa che sfoga,
lassa che stride,
gnent' pi belo d'un fiolo che gioga,
gnent' pi caro d'un fiolo che ride!

    Quanto me gusta, quanto me piace
la beta cupieta che ciciula in pace!

    La pace l'amore, i fioli, la vita...
na richeza, furtuna infenita!

    Ma penza, ragiona, po fate capace,
cus' de st'amore,
cus' de sti fioli,
cus' de sta vita, se manca la pace?

    L' bela la pace!


Ernesto Marini - Nazar - da "Pianto, amore e un po' de bonumore"