l'angulo del nuvizio

 

Mama Zidane

 


 

Epure me sento madre de d ble perle

anche se le ho tirate s a son de sberle.

Ala femina piacevane le vite mondane,

el maschio diventato Zinedine Zidane.

Jo dato i bni consij fin da quand'erane ragazi,

sopratuto de nun stende per tera i Materazi.

Perch f 'ntela erba verde quela robacia l

sciguro finiva cul purt a un roscio cartel.

E l, pro Ziz, sempre stato pogo maturo

per via dse nato con el comprendonio duro.

Io je dicevo: alza quel cranio, guarda el cielo stelato

e nun cure avanti come un vechio toro infuriato.

P: nin, nun pi fredo, abotonate el giubeto,

per strada nun te mete a f el sciapo Galeto.

Poich quando finir el gran vento in popa

prima nun magnerai el presciuto, p la Copa.

Ma ha continuato av i sui soliti colpi de testa

cusc ha guastato a sta madre sua pi de 'na festa.

 


"Bedo" Pezzati - Inedita