l'angulo del nuvizio

 

Nustalgia


 

Per respir l'aria fina d'Ancona de la quale s un imbriago

porto sempre con me 'na cartulina cul dmo de San Ceriago.

Sicome ad per lavoro st luntano in t'una piaza come la Rotonda

me soviene el porto do stavane i coetanei armati de 'na bela fionda.

Queli "milanisti" ciov daj ochi rosci e neri, gonfi, sbregati e gruci

fati cusc dai sasi nostri quand'erimi tristi e sbarbateli ragazuci.

In pi davanti a me lego scrito in t'un palazo "Hotel del Metro"

perci me ricordo tuti gli amighi dorici e del bel ri San Pietro.

Perch sta nustalgia de Ancona o cara gente mia?

Chi sar stata la stroliga fatuchiera de sta gran mala?

Alora penzo che stato el mare, i tramonti, i scoj i pauri lesi e il zole

le crocete, el verdichio, i barcheti del pesce de la vanviteliana mole.

Fata a pentagono con la punta indirizata a la vechia fiera e che fende el mare

che vedo a sinistra de casa mia mentre a destra la sera vedo el dmo iluminare.

Ma questo un quadro voi direte amighi mij:

sc un grande stupendo dipinto che prende tuto fogo.

Quando a ponente per ore in clo divanpane el gialo,

e l'aranci e il roscio e nun te scordi pi sto bel logo.

 


"Bedo" Pezzati - Inedita