El tremoto


E 'na Madona che sgrulo' ch'ha dato!
S' 'ntesi i ca' baja', sgnula' el gato,
un gran boato e 'nt'el core un tufo,
po' tuto, intorno, ha sdingulato a stufo!
La gagigoria  'ncuminciata alora!
La gente stride! tuti scapa fora,
chi va a dindcio e a fuga in ogni sito,
chi pare pcio! chi 'n bel po' smatito!
- Smorce' la luce! vede a spegne el gasse! -
- Avr sbregto tuto gi le tasse ? -
- Non c' i crestiani che ce sta' de casa ? -
- Oh, ci hai ragio'! va be', l'ho fata basa! -
- Bade' a scapa'! no' stamo qu a discre!
Ch questo p dura' pr'un pro d'ore! -
Era in diversi 'nfati che penzava,
che prima o poi, culu', ce ripruvava.
Ma erane utimsti e in pi curtesi!
Perch'ha durato pi de nove mesi!!
Sgrulo' de quarto grado, de segondo,
de sesto, nono, 'nzoma 'n finimondo!
'L chiamava Tery, a 'sto moramazto!
che qui da no' pareva ormai 'ccasato.
Cusc de casa che, per cul brechi',
sortiva, tuti i giorni, el buleti'.
Pr'intanto le perzone era sfulte.
Ch non da gusto a prende le sgrulte!
Dovmo 'nfati di' che la cagona
aveva preso o guasi tuta Ancona!
Chi  'ndati a Genga, a Uosimo, a Numana!
 stati fora qualche setimana.
Ma po', sicome i soldi scarsegiva,
la gente, piano piano, aritornava.
Ma i primi giorni ? che desulazio'!
Qualcuni c'era giusto, gi i stazio',
'n te le carze ch'era riservate
per chi ce avea le case pi sbregate.
Aqu se stava in poghi. E senza moji.
La Giunta c'era, el Sindico Trifoji,
dutori, tnighi e garbigneri,
la Croce Giala, i pizardo', i pumpieri.
'Rivto  po' el Sa' Marco de Marina.
Coi sacheti de plastiga. Carina
l'idea che s'era fati al Ministero
d'Ancona nostra!! N' j pareva el vero!!
 tuti morti ? la cit  spianata ?
No' spendarmo un bco! E' 'na trovata!
Ma se 'sti bchi non s' visti mai
si ben che ci ha 'ffogato sempre i guai,
si ben che s' pruvato a bte cassa,
de storia patria in cent'anni e passa!
Ma pro stavolta el sndico, 'ncazato,
 'ndato a Roma. E tropo ha sbaccaiato!
- Nun  che me fe' fa' bruta figura!?!
Dimando i soldi e de' 'na fregatura! -
Infati l'ha mandati. E dopo pogo!
Fortuna! che, se no, facemi el ... fogo!!!
Adeso 'sta cit s' 'rcpezata.
C' chi sta pegio! Male non c' 'ndata.
Ma col tremoto le paure  tante.
E' mejo che, da qui, lu' sta distante!!

Franco Sbordoni  - Gambri e zanchete - Sagraf Falconara - 1979