L'ilusiˇ Clica per turnÓ al'indice del Riguleto

di Idreno Bozzi
(ricordo)

 

Il 23 aprile scorso (1978) Ŕ morto Idreno Bozzi. Era nato a Montesicuro l'8 giugno 1907. Scrittore in vernacolo contadinesco, ha lasciato alcune poesie in vernacolo anconitano. In Suo ricordo, ne pubblichiamo una.

 

In te 'sta vita tantu travajata
te viŔ cuncessu 'n previlegiu grossu:
quantu sÓi stufu a rusigÓ intel'ossu
te possi un po' tacÓ inte l'ilusiˇ.

Ah! l'ilusiˇ, che medecina santa!
Armedia a tuti i mali e tutu arsesta
e ancˇ si ciÓi i penzieri inte la testa
nun cerchi mai la corda culi sapˇ.

Te pare de capý pi¨ de Ca¨re,
te v˛le tuti bŔ, tuti te stima.
In tuti i casi, 'l dopu Ŕ meju de prima
e ventisei pi¨ tre fa trentadˇ.

Se artorni a casa e trovi el fogu smorciu
e ciÓi per cena el pa', e solu quelu,
el pii cu'la furcheta e cui curtelu:
vedrai, te pare un polu in frigant˛.

Se qualchiduni c¨rene al cumandu
cul di' che va a jutÓ la pora gente,
nun ce badÓ si nun Ŕ veru gnente
e penza sempre al bŔ de l'ilusiˇ.

A sta' 'ntra l'ilusiˇ, per tanti e tanti,
Ŕ cume sta' 'ntra l'aqua per i pesci:
si v˛i capý, te digu che ce riesci,
chÚ pi¨ sÓi pesce e pi¨ ce stai benˇ.

 


clica per turnÓ al'indice