"TiÚneme che 'l mazo"

Rubriga de sfoghi sule

incazature de tuti i giorni

   - I cerchi ntÚl grÓ de Candia -   

 

In Ancona Úmo avuto cataclismi de ogni raza ntÚl corzo dej ani: bumbardamenti, teremoti, 'luviˇ, frane, 'lagamenti, mucilagini.

Inzoma sta bela citÓ nostra ha duvuto supurtÓ ogni sorta de avenimento, tanto che nialtri penzami che oramai, esaurito el campiunario, se pudeva sta qualche anÚto 'n po' tranquili.

E alora cusa te scapa fori per muvimentÓ la vita de sta citÓ un po' indurmita? I cerchi ntÚl grÓ, le astrunavi, j UFI, i marziani, j aglieni che ľ dice ľ Ŕne aterati int'un campo tra Candia e el Pinochio, e nun zapendo cusa fa per lasciÓ un zegno che loro erane passati da qule parti, hane lasciato tre cerchi cuncentrici de grÓ ciacato, el pi¨ grosso c'un diametro de qualche diecina de metri, e qul'altri via via pi¨ piculi.

Robe de stu genere Ŕne capitate giÓ ntÚ altri posti, in Itaglia e al'estero, ma questa de Ancona Ŕ na facenda che puza un tantinŔlo de brugiato, perchÚ un paro de giorni prima del fatacio ancunetano el mago Casanova, quelo de 'Striscia la nutizia', aveva fato un scherzo, facendo i stessi cerchi int'un campo usando un po' de corde e qualche tavula de legno e girando in tondo intorno a un palo piantato per tera.

Po' ala matina era arturnato lý, facendo finta de gnente, e aveva ripreso cule telecamere j esperti de ufulugia sbalurditi da qul prudigio, uno era sdraiato in mezo al grÓ ciacato e adiritura c'un strumento stava a misurÓ l'energia cosmiga inframezo a esclamaziˇ de gioia.

Guarda caso, un par de noti dopo, e nun Ŕ sucessa la stessa roba in Ancona!!! SarÓ na cuincidenza?

Aricurdamoce che sta citÓ nostra Ŕ la patria de bontemponi scherzareci de tute le raze; basta a ricurdÓ la famosa "crica Unori" e tuti i scherzi che hane messo in piedi per capý che stamo ntÚ un posto indˇ i scherzi vane de moda un bel po'.

E invece avemo becato tuti come un branco de mugŔle!

Ve saluto a tuti, gente

el Zumaro che raja 

21 magio 2007

torna al'indice