Torna al'indice de Petegule e cumari

Piaza Ugu Bassi n˛va !!!

Guarda cum'era la piaza ntÚi ani '60

 

 

  Agiurnamento 

 

Ohhhh... gente! AvÚ visto el miraculo? El disco vulante de Piaza Ugu Bassi Ŕ 'n'antra volta verde!!!! Dopo che ntÚi mesi caldi ciÓ deliziato j ochi cun cul bel culor cagarŔla - che sarýa el culore del'erba "bioniga" che avevane piantato sopra a qula schifenza per fale parÚ meno bruta - ntÚi ultimi tempi sopro ale cupule de cimento Ŕ ricumparzo 'n tantiný de verde!

Difati pare che dopo 'pena qualche mese dal'inauguraziˇ s'era brugiato el cervelo 'letronigo che cumandava l'impianto de irigaziˇ (no quela vaginale eh!?!? quela del'erba!) e cuscý, visto che li sopro al teto nun c'Ŕ la tera ma c'Ŕ solo u' strato de roba sintetiga che duvrýa servý a tratienÚ l'aqua che score giorno e note, l'erba senza manco un gocio d'aqua Ŕ diventata paja, sempre pi¨ seca, e ala fine ha preso un bel culor cagarela che te arcunzulava j ochi quanto che passavi in piaza Ugu Bassi.

Ma po', al'impruviso, el miraculo: ha incuminciato a piove, e cuscý l'erba a ricuminciato a beve, e Ŕ diventata un tantinelo verde, non tanto, ma giustu per fa sparý cul culuracio nuciolý dei giorni prima.

AdŔ el culore gambia a segondo del tempo e dela piova che casca o che nun casca.

Speramo che el Cumune se decide a levÓ qula schifenza da lý sopro; io per˛ a raschiÓ la roba che sta sopra ale volte de cimento ce mandarýa l'architeto che ha prugetato tuto qul'acrico, almeno la prossima volta ch'j viene na penzata cuscý... se va a fÓ na durmita sperando che jÚ passa prima che faga 'n'antra po' de dani!!!

'N zaluto a tuti da

"El Zumaro che raja"

23 utobre 2004 

 

   -  L'Ŕ(ra) bela Piaza Ugu Bassi n˛va!!!  -   

 

Da 'n po' de tempo j ancunetani, sopratuto queli che vane in 'utumobile o piane el filibusse, se stane a dumandÓ a chi p˛le esse venutu in mente de sistemÓ Piaza Ugu Bassi ntÚ qul modo strambulo che urmai Ŕ sot'aj ochi de tuti.

'Ncora io, che stago de casa dale parti del PiÓ, ogni volta che passo da qule parti me fermo 'n atimo a guardÓ, e penzo ... penzo ... ma po' me rendo conto che al mondo nun ze p˛le capý tuto quanto, alora alzo i braci e tiro a caminÓ.

Per˛ bisogna dý che Ancona ce n'ha diverzi de prudigi architetonighi de prim'ordine; la "steca de via Scosciacavali, Piaza Diaze, Piaza Pertini, tute robe ndˇ j architeti s'Ŕ puduti sbizarý per fa vÚde ala gente de cus'Ŕ capace l'ingegno e el zenzo artistigo dela mente umana.

Ma qui stamo a parlÓ de Piaza Ugu Bassi, dela "rutatoria cuj spiguli", del "terminale" (in tuti i senzi!) dei filibusse.

Ma andamo per ordine:

- La Rutatoria -

Oramai le rutatorie vane de moda dapertuto: l'ho viste ntÚi posti pi¨ strani e impussibili, ma pare (o per lo meno se dice) che risolve 'n po' de prublemi de trafigo, e alora ... gi¨ cule rutatorie dapertuto.

Quela de Piaza Ugu Bassi per˛ nun me pare tanto 'zecata: incastrata cum'Ŕ in mezo ai palazi Ŕ venuta fori cu' na forma 'n po' strana, dirýa guasi a melangula.

Le curve dela strada che gira intorno nun Ŕ proprio adate pe' na rutatoria: quanto svolti da via Giurdano Bruno e bˇchi ntÚla piaza c'Ŕ na curva guasi a nuvanta gradi, e la stessa roba la trovi se dala Piaza svolti verzo Corso Carlo Alberto.

M'Ŕ capitato de vÚde curiere e cami e rimorchi a fa certe curve da fa rizÓ i capÚli ntÚla testa (a chi ce l'ha i capÚli) e rischiÓ da purtasse via machine e muturini che per disgrazia jÚ camina de fiancu.

C'Ŕ qul poro 'letrauto che sta al'inizio del Cˇrzo che quanto vÚde 'n camio che svolta da qula parte se ingenochia e prega che nu' j entra drento al'uficina (ma prima o poi me sa che qualchiduno ce riesce!).

- Le penziline -

Si penzo a quante tunelate de cimento e fero hane spregato per fÓ qule spece de dischi vulanti, e vedo che nun Ŕ riusciti a fa na penzilina che te copre quanto speti el filubisse e piove 'n tantinŔlo a vento ... me viene voia da scrive na bela leterina al'architeto che ce s'Ŕ cunzumato el cervelo a prugetÓ sta specie de "muschea"; ma Ŕ pussibile che nisciuno ha penzato che el primo scopo de qule custruziˇ duveva esse quelo da prutege i viagiatori in atesa dale piove che semo 'bituati a vÚde aqui in Ancona? Nun zo propio cusa penzÓ ... anzi ce'l z˛, ma Ŕ mejo che nun ve'l digo!

- I teti d'erba -

E cusa se p˛le dý del'erbeta che hane messo per cuprý le cupule de cimento? Sci, sarÓ pure carina, sarÓ mejo del grigio del cimento, ma vista la brutura generale de tuto nun me pare proprio che qualche metro d'erba nun p˛le rimediÓ na roba cuscý bruta. E po' se ve raconto cusa m'Ŕ capitato da vÚde l'altro giorno, me sa che nun ce credÚ: e nun t'ho visto uno che ciÓ purtato a pasculÓ set'oto cunýli? Avessi visto cume magnava qul'erbeta tenerela qule bestiole!!!

- I pedoni -

si provi a traverzÓ le curzýe dei filubusse in mezo ala piaza bisogna he ciÓi almeno quatro pari de ochi, se nun v˛i fený ciacato da qualche curiera; visto che quele arivane da tute le parte, e ce sta cinque-sei curzýe da tuti i verzi, nun zai mai da che parte te ne p˛le rivÓ uno adosso tra cap'e colo! Se proprio voi evitÓ stu rischio, se hai da traverzÓ la piaza e mejo che te chiami 'n tacsi.

Per adŔ me fermu qui, 'ncora si ci˛ in mente qualche altra rubeta da dý; per˛ vojo 'spetÓ l'inauguraziˇ de dumani e po' vÚde sti altri giorni cume funziona le robe.

'N zaluto a tuti da

"El Zumaro che raja"

29 nuvembre 2003 

 

 

Se voi dý la tua su Piaza Ugu Bassi manda na meil a: info@anconanostra.com (clica sopra sta scrita)

 

torna al'indice