Festival
di Varano
1988

logo del festival


Poesie - Categoria A1 (vincitori nelle precedenti edizioni)

  1. El ritorno - Cesarina Castignani Piazza

'Na sera de genaro, 'ngranciulita,
Liseta traverzava per via Lata.
Andava via de fuga, 'n po' spaurita
perch'era scura, pgo iluminata.

Sar stata la bora che sufiava ...
Lisa sentiva el cre a sbate forte.
Sar stati i puntli che cricava ...
ma c'era in giro come un ch de morte.

'Ntra de s 'mbastiva 'na preghiera
cusc, ala bna ... come 'ndava 'ndava.
S'era scurdata guasi la maniera
perch'era tanto ormai che nun pregava.

L'ultima volta che ciava provato
l'aveva fato in t'un diroto pianto
e 'ntra i singhiozi aveva suplicato
per ore, ore intere, nun so quanto ...

"Signore mio" diceva, "Dme aiuto!...
Quel filo mio ... nun el mand luntano!
Ha preso 'n sentieracio tantu bruto ...
Dje 'no sguardo Te! pilo per mano!"

Ma Lelo, invece, dopo era partito.
Aveva dito: "Vojo gir 'l mondo!" ...
e 'na note de nascosto era fugito
senza un bagajo ... come 'n vagabondo.

Era quatr'ani ormai che nu' 'l vedeva.
Chi 'l za 'nd era? S'era perza tracia.
In India ... In Cina ... Boh! Nun el sapeva!
Quanto bramava d'arvedlo in facia!

Foss'anche diventato 'n farabuto,
o, pegio ancora, un ladro delinquente,
pe' rivedlo ciavria speso tuto ...
che pe' 'na madre, tuto, nun gnente!

El padre invece, dopo de 'stu fato,
avea reagito con intransigenza:
"El nome suo, per me, scancelato!"
diceva. Ma 'l diceva in aparenza ...

perche de note, (Lisa s'era acorta)
andava in camereta piano piano,
e 'carezando i pagni d'ogni sorta
fotava: "Lelo! ... Nun ce sta' luntano!"

Quatr' ani de sta vita. Che calvario!
Ogni atimo 'n pensiero: "'Nd sar ?..."
'Gni giorno 'n segnet 'n tel calendario ...
e spera che te spera ... Artornar!

'Na volta sola aveva ricevuto,
da 'n paese luntano de l'oriente,
'na cartulina con tre righe in tuto:
"Mama, sto bene. Nun me manca gnente."

A Lisa invece je mancava tuto.
'Nte 'sti quatr'ani s'era imbambuchita.
Stasera, po', ciavva un ch de bruto ...
se sentiva pi sola ... pi spaurita.

E andava via de fuga per via Lata
perch tuto quel nero intorno a lia
la faceva sent pi disperata.
E intanto mormorava: "Ave Maria ..."

Quand' ecco, in mzo al scuro ... 'na fgura.
El cre j fa 'n'aresto ... Ges mio!
Ma quelo l ... chi ! Quel' andatura ...
Un passo ... po' 'n abracio. "Lelo mio!"

"Si m'arivi ... so' 'rtornato a casa..."
diceva Lelo, e guasi s'inciaciava.
Lisa nun se faceva persuasa...
stringeva el flo al peto e nun fatava.

Se stregnevene forte, era tut'uno.
Liseta adesso nun pensava a gnente.
Gnente cuntava pi! Gnente e nisciuno!
Era 'rtornata a vive, fnalmente!

Ad, 'ntra i braci, sc! Giaceva 'l sole!
Ciava la vita sua ... tuto l'incanto!
... El flo je parlava e le parole
je 'rivava a le rechie com'un canto...