Festival
di Varano
1992

logo del festival


Poesie - Categoria A1 (vincitori nelle precedenti edizioni)

  1. Muri e muri - Cesarina Castignani Piazza

Quando qualc'ano fa las a Berlino
quel muro infame stato raso al slo,
s' sentito per l'aria com'un ino
c'ha rintronato a tuti fno al Polo.

"Emo fnito a sse diferenti!
Non pi soprusi su l'umanit!",
se cantava in tuti i cuntinenti,
"Semo fratli, in piena libert!"

La gente d'ogni ceto, a cr legero,
pe' strada festegiava con gran gusto
e ogi che m'artorna ntel pensiero
io digo come alora: Pi che giusto!

Finalmente feniva el tempo scuro,
era fenita l'epoca dei torti,
de la cit divisa da quel muro,
de quando per pass c'erane i morti.

Ma 'stu fato sucesso l'altro ieri
che nun pi la cronaca del giorno
me porta avanti i ochi i muri neri
che purtroppo c' 'rmasi tut'intorno.

Parlo dei muri fati d'eguismo,
d'i muri che sta su co' le tangenti,
del muro che prutege el terorismo
e intanto fa la strage di inocenti.

Parlo dei muri fati de violenza,
del queli 'nte le porte d'j ospedali
dove nun se ricovera d'urgenza
chi pri sfortunati che ci i mali ...

Del muro del potere e de l'orgojo
che s' alza pe' la guera del pureto,
che se 'l pianto nun puzza de petrojo
nun c' nisciuno che te smve un deto ...

Dei muri in do' sta gruci i disgraziati
abandonati lungo el marciapiede,
indove ce va a piagne i disperati:
muri del pianto che nisciuno vede.

D'i muri d'omert, de compiacenza,
muri de goma e muri de cinismo,
del muro orendo de l'indiferenza
e quelo, pgio ancora, del razzismo.

'Sti muri nun fati de matoni,
manco de pietra e manco de cemento.
Purtropo nun se rompe coi piconi,
ce vle solamente un gambiamento.

Ma quand' che cascarne gi?
Nun ce ne fosse uno che se slama!
Ma nun ce ricordmo propio pi
che smo tuti quanti fl de mama?!